Nintendo 3DS: Il parere di un nintendaro

IMG_1897

Ed eccomi qui, come promesso, a scrivervi una recensione del nuovo bebè portatile della casa di Super Mario. In molti mi hanno chiesto di essere il più obbiettivo possibile, senza cadere in fanboysmi. Io vi dirò semplicemente quello che è il Nintendo 3DS per me, che cosa è buono, che cosa non è buono. Non perderò tempo a spiegarvi tutte le stupidate solite delle recensioni, se volete leggere quelle ce ne sono milioni su internet cercando “recensione nintendo 3DS”. Quello che voglio fare io è darvi un parere personale ma al tempo stesso oggettivo.
Questa è la prima parte, dove parlerò dell’estetica, del 3D e dei problemi. L’analisi delle funzioni interne nel dettaglio, tipo software preinstallato e Realtà Aumentata arriveranno poi.

E’ uguale al DS, ma con quel tocco di eleganza in più

Appena lo si vede dal vivo si nota subito che Nintendo non ha voluto sforzarsi troppo nel trovare un design fresco e rivoluzionario per questa nuova generazione di console handheld. Stessa modalità di apertura, stessa posizione di gioco, doppio schermo sotto (touchscreen) e sopra (widescreen e 3D). Chi si trovava scomodo con i precedenti DS si troverà scomodo anche con il 3DS. Il peso è pressappoco simile al DS Lite che ho in casa, leggero al punto giusto da non affaticare le braccia durante le lunghe sessioni di gioco.

IMG_1892 IMG_1893 IMG_1927

Questo nuovo 3DS monta un Pad analogico, che permette un controllo più preciso del classico e intramontabile D-Pad a quattro direzioni. La prima ad introdurre un Pad analogico in una console portatile è stata Sony con la PSP, ma chi ha avuto modo di provarlo sa benissimo che non era degno di essere definito come tale. Questo montato sul 3DS invece è di ottima qualità. Il materiale usato è la classica gomma dura che viene usata per i pad su console, e trova posizione esattamente sotto al pollice. Ha una precisione ed una resistenza davvero niente male.
I pulsanti A,B,X,Y hanno un clic più deciso rispetto al mio vecchio DS Lite, così come il D-Pad.

IMG_1912 IMG_1928 IMG_1932

La qualità costruttiva è davvero eccellente. Questa volta Nintendo ha abbandonato la solita plasticaccia giocattolosa a favore di una molto più elegante, ma non per questo meno solida e resistente. La parte superiore presenta una piacevole sfumatura, mentre guardando il 3DS di profilo si può notare come le 3 sezioni che lo compongono hanno tre gradazioni diverse di colore. Fortunatamente i materiali e le colorazioni usate sembrano essere a prova di ditate, cosa che invece non posso dire per la polvere.

IMG_1898 IMG_1923 IMG_1899

L’apertura e la chiusura del display è molto morbida e pulita, così come l’ancoraggio a fine corsa. Dopo qualche anno di apri/chiudi il mio DS Lite ha riscontrato qualche rottura al blocco interno della cerniera, speriamo che Nintendo abbia risolto questo problema. Gli slider laterali per il volume e l’accensione/spegnimento del wifi sono abbastanza solidi e non ballano, cosa che invece non posso dire per i dorsali R/L e il potenziometro per regolare l’effetto 3D, in quanto piuttosto ballerini.
Nota di demerito, e questa volta sono davvero inflessibile, devo darla ai pulsanti SELECT, HOME e START. Questi 3 pulsanti posti sotto al touchscreen sono piatti, al livello della scocca, coperti da una sorta di plastica morbida che permette la pressione del rispettivo tasto sottostante. Hanno davvero un brutto feedback, e sono anche scomodi da premere durante le sessioni di gioco.

Ma che storia è sto treddì oh…

201005051141084317-0

Partiamo subito con l’argomento bollente… il 3D!
Come ben sapete, e se non lo sapete ve lo dico io, il Nintendo 3DS si chiama proprio TRE-DI-esse perchè il suo schermo superiore permette la visione di giochi e video con un effetto tridimensionale, SENZA dover tenere addosso orribili occhialini spaziali.
La domanda che in molti si chiedono è… ma sto 3D, com’è!? Funziona? E’ figo? Divento cieco? Ho letto che  il 3DS è vietato ai minori di 6 anni, come faccio adesso  a regalarlo a mio nipote appena nato!?

Prima di proseguire nella lettura, se non l’avete ancora fatto, vi consiglio di andare a leggervi la breve introduzione al 3D e al suo funzionamento, che potete trovare qui.

La risposta è semplice. E’ un vero 3D, niente trucco, niente inganno. Lo stesso 3D che potete vedere al cinema lo ritrovate esattamente qui, su questo piccolo schermo. Guardando nel display superiore è come guardare fuori dalla vostra finestra di casa. Riuscite a percepire la distanza degli oggetti come se fossero realmente dietro la finestra, e non stampati sullo schermo.

L’effetto è davvero spettacolare e sorprendente. Senza mezze misure, è il miglior 3D che abbia mai visto! Pulito, preciso, niente scie, niente ghosting, niente occhiali che oscurano le immagini. Però di primo impatto uno lo può trovare strano. Io personalmente, ad esempio, ho dovuto farci quei 5 minuti di rodaggio prima di ingranare bene. Non riuscivo a trovare la regolazione adatta e mi sembrava il tutto molto forzato, adesso invece riesco a staccare lo sguardo e riprendere il fuoco del 3D in 1 secondo massimo, come se nulla fosse.  Quindi il pericolo di non riuscire a mettere subito a fuoco il 3D dopo aver puntato lo sguardo sul display touchscreen (che ricordo, non è 3D) è scongiurato. Ripeto, è tutto molto soggettivo e varia da persona a persona.

Lo slider laterale che regola la profondità del 3D funziona in modo impeccabile, permettendo all’utente di adattare l’effetto ai propri occhi, oppure spegnerlo se si vuole togliere completamente il 3D. Il cambiamento 2D/3D lo si nota immediatamente anche spostando di pochi millimetri lo slider, come se ci fosse un interruttore che da quel punto attiva il 3D. Per farvi un paragone, come la manopola del volume nelle vecchie radio.

Interessante far notare come la funzionalità 3D influisce anche sulla cromatica del display, mostrando immagini tendenti al giallino in modalità 2D, mentre con colori leggermente più puliti in 3D.

Smettila di guardare quelle cose, che poi diventi cieco!

accessori-occhiale-super-miopePer quanto riguarda l’affaticamento visivo, tecnicamente l’occhio umano non è sollecitato come con gli occhialini, poichè non si tratta di aprire e chiudere velocemente un interruttore di fronte agli occhi, ma bensì di inviare due immagini differenti ai due occhi.
Ma allora perchè Nintendo consiglia di fare una pausa ogni mezz’ora di gioco?
Perchè l’occhio mette a fuoco in modo molto differente rispetto alla visione piana su un display 2D, quindi l’affaticamento è superiore. Anche qui, è sempre tutto molto soggettivo. Io per esempio non ho riscontrato nessun fastidio particolare, almeno fino alla quinta ora di gioco consecutiva, quando ho spento e ho avvertito come un fastidio al centro degli occhi, proprio sopra al naso. Fastidio che è passato in mezz’oretta di “giochiamo alla vita ogni tanto”. Voi direte, beh sono CINQUE ore. E io vi dico, avete ragione…

Oltre a questo, Nintendo sconsiglia l’uso del 3D ai bambini al di sotto dei 6 anni, perchè l’occhio non è ancora completamente sviluppato e potrebbe causare problemi. Tuttavia, e qua cito palesemente uno dei tanti articoli del web: “Alcuni optometristi statunitensi smentiscono la notizia data qualche mese fa dalla stessa Nintendo circa i danni che la console potrebbe provocare alla vista, specialmente quella dei più piccoli.
I ricercatori hanno infatti analizzato la questione riferendo che 3DS, grazie all’effetto di stereoscopia in 3 dimensioni, potrà essere utile per individuare un “occhio pigro” fin dalla tenera età.
Il dottor Michael Duenas dell’Associazione Americana Optometrica ha così dichiarato a proposito: “I bambini che soffrono di vertigini o nausea durante la visione tridimensionale hanno sicuramente bisogno di un controllo, ma chi non vede per niente l’effetto 3D sul 3DS, potrebbe soffrire di precisi disturbi alla vista, come l’ambliopia o problemi più superficiali che andando avanti “potranno causare difficoltà anche con la semplice lettura”.
C’è anche chi si dichiara scettico, come il dottor David Hunter, oftalmologo pediatrico presso il Children’s Hospital di Boston, che afferma: “I bambini affetti da ambliopia non hanno una percezione della profondità molto sviluppata, per cui anche se non dovessero distinguere la profondità in uno schermo 3D potrebbero ignorare il segnale d’allarme, perché per loro sarebbe assolutamente normale, come le immagini che vedono tutti i giorni nella vita reale”.

In ogni caso, il Nintendo 3DS integra una funzione di Filtro Famiglia, che permette di bloccare la funzionalità 3D mediante l’inserimento di una password. Semplice e funzionale.

Ok… dov’è l’inganno!?

strega

Una console Nintendo decisamente più potente del DS, che permette di vedere in stereoscopia 3D senza l’uso degli occhialini, e in più ovunque siamo. Dai… dov’è la fregatura? Ebbene, di punti negativi ce ne sono abbastanza da poter scoraggiare le persone da un eventuale acquisto.

Cominciamo subito parlando di una delle pecche più gravi nella storia delle console portatili: la durata della batteria. Al massimo della luminosità, con wifi e 3D attivato arriviamo alla ridicola attività di 2/3 ore. Tentando di ottimizzare i consumi si dovrebbe arrivare intorno alle 5 ore, ma non ha molto senso escludere le armi di battaglia del 3DS per poter avere 2 orette in più di autonomia. All’interno della confezione troviamo una comodissima basetta di carica che, collegata al caricabatteria, permette di caricare il nostro 3DS appoggiandolo sopra. Nel primo video di presentazione del 3DS mostravano una ragazza che al mattino prendeva il suo 3DS dalla basetta, lo metteva in borsa, ci giocava durante la giornata e alla sera lo rimetteva a caricare. Tutto questo sarebbe fantastico, se solo la batteria durasse abbastanza da arrivare a fine giornata. Invece siamo costretti a caricarlo più volte durante la giornata, e i tempi di ricarica non sono molto rapidi, costringendoci a giocare con il caricabatteria collegato, rendendo la basetta di carica solo un comodo “appoggia 3DS”.

Altro punto sfavorevole arriva proprio dal cavallo di battaglia, il 3D. Questo tipo di schermo permette una visione stereoscopia solamente tenendo una angolazione perpendicolare al display, quindi tenendolo fermo. Se solo lo incliniamo leggermente perdiamo completamente l’effetto, e ci viene mostrata un immagine davvero brutta e sovrapposta. Per esempio, chi è abituato nei giochi di guida a spostare la console mentre sterza, temo che avrà parecchie difficoltà con il 3D.
Io per fortuna non ho questo brutto vizio, e non ho riscontrato grosse difficoltà a tenere la console nella posizione corretta, anche per lunghe sessioni di gioco.

Oltre a questo, e qua davvero molti subiranno uno shock, la visione stereoscopica è COMPLETAMENTE ANNULLATA con la luce diretta del sole. Questo avviene perchè la barriera a parallasse viene “bucata” dalla luce forte e intensa, lasciando passare entrambe le immagini ad entrambi gli occhi. Il risultato è una bruttissima immagine sdoppiata.

Quindi, ricapitolando… il 3DS ha una batteria ridicola e in più con la luce del sole perde il 3D. Ma è davvero una console portatile? La risposta è… NO!

Il Nintendo 3DS ha solo la forma e dimensione di una console portatile, ma per colpa della batteria (risolvibile con una prossima versione) e per la natura del 3D (e qua purtroppo non c’è storia, è così la parallasse) il suo utilizzo è prettamente “al coperto”. Nintendo ha voluto puntare al 3D sfruttando la sua console portatile per dare l’opportunità a tutti di poter “giocare in 3D” senza spendere 1000€ per una TV, e senza occhialini.

Conclusioni

Premessa: Queste conclusioni sono solamente relative alla parte hardware e al 3D, come ho detto all’inizio, l’analisi interna del software preinstallato arriverà successivamente.

Senza girarci troppo intorno, volete sapere se ne vale l’acquisto o meno? La risposta è davvero molto molto semplice. Questo 3DS puzza di Nintendo fino all’osso, con tutti i Pro e i Contro.

E’ un SI se siete dei fan Nintendo, se avete amato il DS o se siete assolutamente interessati ad un 3D davvero FAVOLOSO nonostante le pecche mostrate sopra. I titoli interessanti devono arrivare, e le terze parti sono supportate molto di più rispetto alle precedenti console Nintendo. Il futuro sembra davvero roseo.

E’ un NO se il DS non vi ha mai attirato nemmeno da lontano, se preferite i giochi di terze parti e dei titoli Nintendo non ve ne frega nulla, se il 3D vi entusiasma poco, se ora avete in programma altri acquisti, se ritenete eccessivo spendere 250€ per una console portatile.

Personalmente, potessi tornare indietro, lo ricomprerei senza battere ciglio.

Vi lascio con qualche scatto idiota usando la Realtà Aumentata.

13 thoughts on “Nintendo 3DS: Il parere di un nintendaro

  1. Complimenti Gabry🙂 ottimo pezzo! Alcune note negative, per esempio il fatto che con la luce del sole il 3D si annulla, mi hanno un minimo fatto allentare la presa ma non sei riuscito comunque a farmi cambiare idea😀

  2. Ottima recensione Gabry😀 Trovo che sia un’ottimo terminale, ma per i difetti che ha preferirei aspettare per la NGP… Ad ogni modo complimenti e sta attento a non far volare di nuovo il 3DS xD

  3. ottima recensioni! bravo Gabry…
    peccato in effetti per quel difetto della luce diretta del sole, così diventa meno “portatile” anche se la puoi sempre usare in 2D ma credo che una volta abituato al 3D non si torna indietro,giusto??

  4. Bella recensione, peccato che il 3D del 3DS è il più ridicolo che abbia mai visto, quindi la tua obbiettività se ne va a farsi fott*re.

    Dai ragazzi non scherziamo, sono un fan della Nintendo dal primo gameboy, alle prime console casalinghe, quali Nintendo a 8 bit per poi il mitico super nintendo a 16 bit.

    Tuttavia questa storia del 3DS è una gran baggianata, per non usare altri termini.

    1- il 3D su uno schermo così piccolo perde di utilità.
    2- l’effetto è minimo, e paragonarlo a un televisore in 3D o a quello di un cinema sempre con gli occhiali, è da ipocriti.
    3- da molto meno fastidio avere gli occhiali e poi vedere nitido, piuttosto che vedere un 3D fiacco che appena sposti un attimo la console, cosa normale visto che la teniamo con le mani, l’effetto si rovescia del tutto lasciandoci solo delle immagine sfocate e incrociate.
    4- belli i video che mostravano, di uno schermo 3DS che quando lo si guardava sembrava davvero di affacciarci a una finestra. GIà è COSì xD è appena appena un 3D che da il mal d’occhi per via delle immagini incrociate sfocate ecc
    5- fossero solo le immagini incrociate e sfocate il problema, se questo servisse ad avere un 3D, e vabbè… il problema è che il 3D NON C’è, E forza su, datemi del cieco adesso😄 (neanche un mese fa ho dovuto rifare l’oculistica della patente o ho azzeccato tutte le lettere, tanto che il medico legale mi ha detto di aver preso un punto più rispetto alla norma” e non date colpa alla luce perchè ce l’ha mia cugina piccola e l’ho spulciato tutte le volte che mi pareva, proprio per poter vedere questo 3D. ahimè… non l’ho proprio notato… ceco non sono, obbiettivo lo sono, ipocrita non sono… a questo punto ipocrite saranno queste recensioni? penso proprio di si.

    Per quanto riguarda il parco titoli che in parte c’è e soprattutto ci sarà, niente da dire, anzi, stupefacente!
    non vedo l’ora di giocare a zelda e a MGS 3DS e, ce ne sono tanti altri che prevedo belli.
    per fortuna che l’effetto mal di testa per via del finto 3D è disattivabile.

  5. L’ho provato al MediaWorld e devo dire che il claim di “3D senza occhiali” è assolutamente vero…
    Nel senso che chi porta occhiali da vista (magari solo quelli con lenti differenziate, non quelli da supermarket) non riesce a vedere l’effetto.

    Bocciato per esigenze personali.

    (Non ditemi di togliere gli occhiali, quando hai -3,75 a sinistra e -3,50 a destra è dura vedere anche a 20 cm😦 )

  6. la console devo dire che merita,io porto gli occhiali da vista,ma il 3d lo percepisco perfettamente,dopo i primi 5 minuti di gioco l’occhio si abitua perfettamente all’effetto (parere mio) e dopo qualche giorno la messa a fuoco diventa istantanea,peccato però per la batteria e per la luce solare,ma comunque aggiunge quel tocco di realtà aumentata che serviva all’industria videoludica,poi non è vero che il 3d come hanno detto nei commenti precedenti è scarso,anzi,aumenta la qualità grafica della console diventando quasi pari a quella di una console fissa,in più la possibilità di scattare foto in 3D è una cosa che aspettavo da quando ho saputo che il DSi avrebbe avuto una fotocamera esterna ed una interna

  7. bellissima recensione,
    Ho il 3Ds XL, il difetto alla luce solare ancora non l’ho notato sarà che forse le img in generale con qualsiasi device non si vedono bene con la luce diretta del sole?
    Comunque non ho avuto problemi ad abituarmi al 3D, come il ragazzo che ha commentato sopra, dopo 5m andando di gradazione sempre più alta non ho avuto problemi, il massimo di tempo che ho giocato è stato sulle 6-7 ore (ho smesso perchè dovevo pur mangiare XD) e non ho riscontrato nessun affaticamento (ormai i miei occhi sono spacciati…si saranno arresi :P)
    ah riguardo il 3D del cinema ed il 3D del 3Ds, sentiamo…come diavolo fate ad usare gli occhialini senza problemi con gli occhiali da vista in faccia? è di una scomodità assurda…cosa che con la console non si riscontra affatto u.u

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...