Digital Divide? LASER is the way…

laser

La connessione Internet nelle zone rurali dell’Australia si espande a colpi di laser. Sembra un’idea da ‘trekkisti’ ma è invece il risultato di una ricerca degli scienziati dell’Università di Melbourne. Tutto è nato da una considerazione di fatto: le zone rurali Australiane sono troppo estese, quasi infinite, e i metodi attuali per aumentare la diffusione della connessione ad alta velocità, vedi la connessione via satellite, via cavo o wireless, risultano essere troppo costosi o inaffidabili. L’unica soluzione era usare una rete ottica passiva di gigabit, per connessioni veloci e low-cost. Perfetta, se non fosse che il segnale inizia ad indebolirsi dopo circa 30 chilometri dall’ufficio centrale, ancora troppo poco per andare alla conquista dell’Australia.

Ma la soluzione era dietro l’angolo, fornita dalla scienza, con i laser potenziatori. Il direttore delle ricerche Ka Lun Lee e i suoi colleghi hanno infatti cominciato a fare esperimenti con un amplificatore ottico Raman. In questo strumento l’amplificazione è ottenuta grazie all’interazione non lineare tra il laser e la pompa all’interno della fibra ottica.

E luce fu: una volta installato il super amplificatore al laser in un punto di accesso, Lee e compagni hanno visto che questo aumenta il segnale fino a dieci volte. Attraverso una simulazione sono infatti riusciti a trasmettere i dati superando 60 chilometri ad una velocità di 2,5 Gb al secondo, cosa che, secondo i ricercatori, permetterebbe all’attuale rete di fornitori di servizi Internet di coprire il 99% di tutti gli australiani che vivono nello stato di Victoria.

E in attesa della sua diffusione australiana, il risultato della ricerca verrà presentato lunedì a San Diego alla Optical Fiber Communication Conference and Exposition/National Fiber Optic Engineers Conference.

Un laser ci salverà dal digital divide? In Europa si sta ‘combattendo’ per portare avanti il progetto della banda larga per tutti entro il 2010. Proprio ieri il Consiglio europeo ha finalmente raggiunto un accordo per la realizzazione di 39 progetti infrastrutturali riguardo all’energia, alle telecomunicazioni e allo sviluppo delle zone rurali con un finanziamento straordinario di 5 miliardi di euro. Secondo la Ecta broadband scorecard la situazione europea è ancora altamente disomogenea, la diffusione della banda larga va dal 37% della Danimarca al 10.1% della Polonia con una crescita per l’Italia del 2,5% rispetto ai dati rilevati nel 2007.

FONTE: WIRED.IT

4 thoughts on “Digital Divide? LASER is the way…

  1. Sai che bello poter avere una rete EPON point to point con questa tecnologia?
    Si potrebbe avere un local loop da parecchie decine di km!

    Visto che telecom si è già venduta la maggior parte degli edifici delle centrali telefoniche potrebbe avvantaggiarsene per creare una rete FTTH quasi economica🙂

    Purtroppo questa interessante innovazione è utile per ridurre il digitl divide solo in posti come Australia e forse USA, non certo da noi dove il problema ha altre origini.

  2. Già…da noi il problema è che non aggiornano quelle maledette centraline del 1900…probabilmente sono ancora quelle usate da Meucci per i suoi primi esperimenti!😀

  3. Cambiare qualche DSLAM, magari un po’ alla volta per seguire le richieste, sarebbe fattibile.
    Quello che invece non vogliono fare è tirare fuori i soldi per cablare in fibra fino alle centrali.
    Difatti, se noti, le miniADSL le fanno (alimentate da qualche HDSL affasciata).

  4. No ma il nostro problema è che la centralina del mio paesino è una derivazione di una centralina di un paese vicino…quindi la spesa per cambiare tutta l’infrastruttura era veramente esagerata…almeno, così ci hanno voluto far credere ai tempi…poi ovviamente mi sono rotto le balle e ho cercato altrove (ndr EOLO)🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...